La scatola nera, nonostante sia una permanente violazione della privacy, ha delle utilità, vediamo bene insieme i pro e i contro.

In assicurazione ci fanno sempre il solito discorsetto e poi per convincerci ci fanno l’esempio che se prendiamo una multa per eccesso di velocità possiamo verificare e se risulta che andavamo entro i limiti di velocità si può contestare la multa. Questo è l’esempio che piace di più al cliente sprovveduto ma anche quello meno verosimile perchè in caso di multa per eccesso di velocità fa fede l’Autovelox che è tarato e periodicamente controllato dal Comune (direttamente o più spesso indirettamente). Se per caso il gps rivelasse una velocità inferiore rispetto a quella dell’autovelox, si, si potrà procedere al ricorso ma bisogna anche valutare i costi del ricorso e che se l’Autovelox è in regola con le revisioni e la taratura, il ricorso sarà quasi sicuramente rigettato per ovvie ragioni.

La scatola nera è invece utile in caso di incidente, ma solo se si ha ragione, se si ha torto è come prendere un pugno in faccia da Tyson. Facciamo qualche esempio, giusto per capire davanti a quali evenienze possiamo trovarci:

  1. La macchina che vi precede al semaforo, andando all’indietro vi urta. Nei tamponamenti la colpa è sempre di chi sta dietro e senza testimoni esterni, dimostrare che la macchina davanti andando all’indietro vi ha urtato è praticamente impossibile. Se invece avete la scatola nera risulterà che voi eravate fermi al semaforo e che l’auto ha ricevuto un urto sull’anteriore.  Situazione sperimentata da un amico che è stato urtato a macchina ferma, dalla macchina che lo precedeva che ha fatto retromarcia. Il mio amico ha aperto il sinistro e l’assicurazione tramite i dati inviati dalla scatola nera al momento dell’urto ha appurato la colpevolezza dell’auto davanti, il cui conducente, disonesto e vigliacco, però, aveva detto di essere stato tamponato e minacciava anche denunce, querele (senza neanche sapere cosa siano). Inutile dirvi che ha fatto una grossa figura di m… in assicurazione dopo tutto il falso dichiarato.
  2. Incidente ad un incrocio regolamentato da un semaforo attivo. In base all’ora dell’urto registrato sulla scatola nera è possibile sapere se il semaforo è rosso, giallo o verde. Questa evenienza è poco conosciuta agli assicuratori, ad esempio il mio assicuratore mi diceva che non si può sapere in alcun modo a che ora un semaforo è rosso o verde o giallo.. gli ho dovuto spiegare che conosco chi programma i semafori della mia città e che è tutto registrato e consultabile in caso di incidente, non che si una passeggiata ma comunque sia si può accedere a questi dati.
  3. Incidente con ragione? Potresti passare al torto. Come dicevo, la scatola nera, si è utile in caso di incidente ma solo in caso di perfetta innocenza, nel senso che se fate un incidente con ragione ma la scatola nera registra che in una strada con il limite di 50km/h voi andavate a 55KM/H rientrerete in quello che si chiama concorso di colpa e l’assicurazione tirerà un bel sospiro di sollievo e pagherà molto meno..dico molto meno perchè attaccandosi al concorso di colpa cercherà di pagare il meno possibile.. Altro eventualità che conosco indirettamente da un amico che è stato travolto a velocità folle da un idiota che non si è fermato allo STOP, verificato che andava a circa 80km/h in una strada il cui limite era 70km/h gli è stata attribuita parte della responsabilità ed è stato anni in causa per poi ricevere una miseria.
  4. Furto dell’auto. Il fatto di avere la scatola nera non è una garanzia a riguardo, rubano anche quelle dotate di scatola nera. Al momento del furto della mia auto, mi ero pentito di non aver messo la scatola nera e così dissi all’assicuratore “Mannaggia a me che non ho voluto metterlo”.. lui mi rispose “Guarda, le rubano uguale e senza problemi,  sai quante scatole nere abbiamo trovato a terra senza l’auto?”. Smontare la scatola nera richiede meno di 1 minuto se fatto bene, se si tratta di strapparla via anche meno..è messa di lato alla presa OBD2 o peggio collegata alla batteria.

Conclusione? Siete ancora sicuri che la scatola nera sia utile per voi? perchè valutate con un quadro di insieme e guardate i pro e i contro, è sicuramente più utile per l’assicurazione che per il cliente.

Risposte