Diciamo la verità, se non proprio la prima modifica è cmq una delle prima che facciamo dopo aver comprato la nostra Punto. Si reperisce in fretta, è facile da montare e non costa eccessivamente tenendo conto della lunga durata che ha. Dove nasce il problema? Il problema sono le tante informazioni che si reperiscono su internet, a volte sarebbe meglio parlare di disinformazione. Questo succede perchè spesso “l’esperto” di turno spesso non sa di cosa parla non avendone neanche mai provato uno e si basa su altre sciocchezze lette qua e la, ad esempio settimana scorsa rispondevo ad un commento su Youtube proprio su questo argomento e il furbone di turno con le sue teorie (campate in aria) termina il suo commento con “per questo non ne ho mai comprato uno”.. ah beh! un genio, parlare di una cosa che non si ha mai avuto e testato è da veri geni e il peggio è che questo è il trend dei social e forum! Detto questo vediamo insieme cosa sono e come funzionano realmente i filtri a pannello.


Filtri aria a pannello

filtri aria sportivi così detti a “pannello”, sono la base di ogni preparazione e vengono  installati nell’airbox in sostituzione del filtro aria originale. Non ci sono modifiche da fare e montano semplicemente togliendo l’originale in carta e mettendo quello nuovo. Sono prodotti con materiali altamente performanti che consentono un incremento del flusso aria al motore rispetto ai filtri aria originali in carta o in spugna, garantendo al contempo un’efficienza di filtraggio superiore. Grazie alla particolare struttura con la quale sono realizzati, il contenimento di tutte le impurità è garantito fino a un minimo di 7 micron, mentre i filtri di carta OEM in genere richiedono un filtraggio totale di particelle fino a un minimo di 10 micron. Realizzati in cotone lavabile ad alta permeabilità, i filtri sportivi consentono un miglioramento delle prestazioni motore sia in termini di potenza che di coppia senza comprometterne l’affidabilità.  


I filtri a pannello sporcano il motore?

 

Dipende. Se mantenuti in ottime condizioni no. Questo cosa vuol dire? Andiamo a vedere i principali filtri a pannello sul mercato e la loro manutenzione.


BMC Air Filter

Filtro aria BMC pannello sportivo

Il filtro a pannello BMC è un filtro a pannello realizzato in cotone studiato per funzionare solo oliato e quindi funzionerà perfettamente fino a quando sarà oliato. BMC consiglia di fare manutenzione dopo circa 10 mila km, facendo il lavaggio e oliatura del filtro. Questo dovrà essere fatto alla perfezione perchè se poco oliato lascerà passare più sporco, se troppo oliato parte dell’olio potrebbe passare attraverso il filtro. Quindi il problema qui è mantenerlo in perfetto stato di manutenzione. Io lo avevo provato su GP Abarth è andava benissimo, poi vabbè era capitato un filtro della  prima serie prodotta che era fallata e si deformava ma BMC lo aveva sostituito gratuitamente.


La manutenzione? ..ogni 10 mila km ne prendevamo uno nuovo per evitare problemi.. anche altri amici facevano uguale, dei ragazzi invece lo portavano all’officina della Ferrari (qui a Torino) e se lo facevano rigenerare e non hanno mai avuto problemi. Secondo me, se si sceglie un filtro BMC e non si vuole cambiarlo ogni 10 mila km (anche 8 mila km se si percorrono strade molto polverose) conviene portarlo in un officina che lo fa di routine così non si sbaglia. La manutenzione di un filtro a pannello in cotone oliato viene a costare sui 25/30e.

Link agli acquisti:

Filtro BMC 1.3 Multijet  75/ 90 / 95cv ->FB359/20  –> (vedi tutte le compatibilità)

Filtro aria BMC FIAT GRANDE PUNTO 1.9 16V Multijet 120 / 130cv / FB555/01 –> (vedi tutte le compatibilità)

Filtro aria BMC Grande Punto 1.4 T-Jet 155 / 180 cv FB555/01 –> (vedi tutte le compatibilità)

 

Filtro aria BMC Grande Punto 1.4 T-Jet 135 / 165 cv /  FB555/01 –> (vedi tutte le compatibilità)

Filtro BMC FIAT GRANDE PUNTO EVO 0,9 86cv / 1.2  65/ 67/ 69 cv / 1.4 75/ 77/ 78cv -> / FB455/01 –> (vedi tutte le compatibilità)

FILTRO BMC PUNTO EVO GRANDE PUNTO PUNTO III 1.4 16V 95 CV DAL 2006 FB293/04 –> (vedi tutte le compatibilità)


Sprintfilter Supercompetition

filtro sportivo a pannello sprintfilter supercompetition

I filtri Sprintfilter sono in poliestere e a differenza di quelli in cotone non si deforma al passaggio dell’aria e quindi non serve avere un bagno si olio che fermi lo sporco. Manutenzione? basta soffiarlo e rimontarlo, dura una vita. Questo filtro l’ho provato su diverse Multijet 90cv, Tjet 120 e 155cv e diverse TDI, auto che han fatto tanti km e che non hanno mai avuto nessun problema, più o meno ogni 10 mila km (non sono stato proprio preciso) lo smonto, lo soffio e lo rimonto. Il primo filtro che comprai della Sprintfilter si era rovinato il contorno di plastica del filtro, erano proprio venuti via dei pezzetti, ma dopo qualche discussione con il responsabile di Sprintfilter e pagando la spedizione di ritorno ne ricevetti uno nuovo. Lo consiglio per la sua facilità di manutenzione e per le ottime prestazioni, ovviamente per via della sua manutenzione e della sua lunga durata costa di più degli altri filtri. se si fanno tanti km dopo 20 mila km si va quasi in pari con uno in cotone oliato a cui di devono aggiungere un 25/30e ogni 10 mila km.


 TECNOLOGIA

TESSUTI DEI FILTRI

I filtri aria ad alte prestazioni sono composti da filati di cotone molto grandi, i filtri aria in poliestere Sprint Filter sono invece costituiti da filati molto più piccoli e calibrati. Grazie a questo tipo di costruzione, il tessuto in poliestere Sprint Filter consente una migliore filtrazione unita ad una buona permeabilità all’aria, come dimostrato dai test eseguiti. È necessario dire che per quanto riguarda i risultati ottenuti dal tessuto di cotone non erano costanti, ciò è dovuto alla struttura debole e alla mobilità della garza di cotone, tuttavia i dati seguenti sono meglio ottenuti. Per quanto riguarda il tessuto in poliestere, i dati sono rimasti costanti e precisi.

Marchio premium di filtro aria in cotone a 4 strati

Marchio premium di filtro aria in cotone a 4 strati

Filtro aria in carta originale

Sprint Filter P037 filtro dell’aria


PERMEABILITÀ ALL’ARIA

L’elemento filtrante in poliestere uniforme e compatto è costituito da un sottile filamento di tessuto, che forma una maglia di diverse decine di micron, in grado di intrappolare tutte le particelle significative e garantire una portata d’aria molto elevata. Il nostro filtro dell’aria in poliestere garantisce un flusso d’aria molto elevato che né i filtri in cotone né quelli in carta OEM possono raggiungere. Ricorda questa semplice equazione:  più aria  =  più potenza!


FILTRAZIONE DI EFFICIENZA

I filtri aria in poliestere Sprint Filter trattengono il 93,13% di particelle da 100 μ (filtro aria Sprint Filter P08) – 91,8% di particelle da 37 μ (filtro aria Sprint Filter P037) – 95,22% di particelle da 100 μ (filtro aria Sprint Filter P08F1-85) rispetto al 76,42% di un comune filtro dell’aria in cotone imbevuto d’olio a 4 strati

A causa della sua struttura uniforme, il filtro dell’aria Sprint Filter garantisce un minore disturbo del flusso d’aria, anche grazie all’esclusivo e brevettato materiale filtrante in poliestere monostrato


LA REALIZZAZIONE

Sprint Filter crea oltre 65 anni di prodotti innovativi realizzati con i materiali più sofisticati e tecnologicamente avanzati: dall’alluminio, all’acciaio, e poi passa ai materiali in schiume poliuretaniche per arrivare alla plastica di tutti i tipi di carbonio fine e kevlar.L’intero processo di fabbricazione dei nostri prodotti è realizzato internamente con sofisticate apparecchiature di progettazione e produzione: progettati con avanzate cad-cam tridimensionali, i nostri filtri e sistemi di estrazione sono realizzati utilizzando stampi sviluppati con macchine a controllo numerico e realizzatiinfine con macchinari moderni per lo stampaggio di materie plastiche e distribuzione di poliuretano.

 

 


 

Link agli acquisti:

Filtro aria Sprintfilter Supercompetition 1.3 Multijet  75/ 90 / 95cv ->FB359/20  –> (vedi tutte le compatibilità)

Filtro aria Sprintfilter Supercompetition FIAT GRANDE PUNTO 1.9 16V Multijet 120 / 130cv / FB555/01 –> (vedi tutte le compatibilità)

Filtro aria Sprintfilter Supercompetition Grande Punto 1.4 T-Jet 155 / 180 cv FB555/01 –> (vedi tutte le compatibilità)

Filtro aria Sprintfilter Supercompetition Grande Punto 1.4 T-Jet 135 / 165 cv /  FB555/01 –> (vedi tutte le compatibilità)

Filtro aria Sprintfilter Supercompetition FIAT GRANDE PUNTO EVO 0,9 86cv / 1.2  65/ 67/ 69 cv / 1.4 75/ 77/ 78cv -> / FB455/01 –> (vedi tutte le compatibilità)

FILTRO ARIA Sprintfilter Supercompetition PUNTO EVO GRANDE PUNTO PUNTO III 1.4 16V 95 CV DAL 2006 FB293/04 –> (vedi tutte le compatibilità)


Filtro Reparto Corse

 
 
 
 RepartoCorse facendo tesoro della loro esperienza hanno realizzato un filtro a pannello differente realizzato in fibra sintetica a bagno di olio che permette di essere usato anche senza il bagno di olio:
1) offre le massime prestazioni possibili per un filtro a pannello (PROVARE PER CREDERE!)
 
2) sono tra i più resistenti e duraturi in commercio
 
3) mantengono un ottimo rendimento anche se non oliati o non rigenerati nei tempi consigliati
 
 
PROVA LA DIFFERENZA, NE RESTERAI CERTAMENTE MOLTO SODDISFATTO!
 
 

ECCO COME TUTTO CIO’ E’ POSSIBILE
1) I FILTRI SPORTIVI SONO REALIZZATI CON CURA E PRECISIONE, 
E CON GRANDE ATTENZIONE AL DETTAGLIO
AD ESEMPIO, L’UTILIZZO DELLA OPPORTUNA QUANTITA’ DI GOMMA E COLLA, NELLE PARTI DI GIUNZIONE
CON LA MASSA FILTRANTE (IN FIBRA SINTETICA AD ALTA EFFICIENZA), CONSENTE DI AVERE UNA
SUPERFICIE FILTRANTE MAGGIORE 
RISPETTO A MOLTI ALTRI FILTRI PRESENTI SUL MERCATO:
 
 
2) I FILTRI SONO ESTREMAMENTE RESISTENTI E DURATURI NEL TEMPO PERCHE’ LA MAGLIA METALLICA A PROTEZIONE DELLA PARTE FILTRANTE NON E’ REALIZZATA IN ALLUMINIO, COME AVVIENE NELLA QUASI TOTALITA’ DEI FILTRI SPORTIVI IN COMMERCIO, MA IN ACCIAIO INOX! 
 
 

E LA GUARNIZIONE E’ INVECE INTERAMENTE IN EPDM, REALIZZATA IN UN UNICO STAMPO, RESISTENTE DAI -30 AI 150 GRADI
 
 
3) LA FIBRA UTILIZZATA E’ SINTETICA, AD ALTISSIMA EFFICIENZA, E CONSENTE OTTIME PERFORMANCE ANCHE IN SITUAZIONI DI MANUTENZIONE NON OTTIMALE E/O PUNTUALE.
 
BASTERA’ OSSERVARE IL FILTRO E LA SUA STRUTTURA, E MAGARI GUARDARNE CONTROLUCE LA PARTE  FILTRANTE, PER RENDERCI CONTO CHE SI TRATTA DI UN PRODOTTO DI QUALITA’ SUPERIORE
 
SUCCESSIVAMENTE, DOPO AVERLO INSTALLATO E PROVATO, NON CI SARA’ DAVVERO ALCUN DUBBIO!

 

Filtri aria sportivi su diesel e benzina: uguale?

E’ chiaro come i filtri d’aria sportivi possano essere applicati anche su diesel ed è proprio su quest’ultimi che, un filtro d’aria sportivo a pannello riesce a dare benefici maggiori rispetto ad un motore a benzina. Dobbiamo, infatti, tenere in considerazione che un motore di tipo diesel ha bisogno di molta più aria per avere una combustione migliore. Ne deriva che, quindi, chi lo ha installato sul proprio motore diesel ha riscontrato un miglioramento ai bassi regimi e, inoltre, una contenuta fumosità dello scarico. E questo lo posso confermare, mentre su multijet 1.3 90cv e TDI vari la differenza è tangibile, ad esempio per restare in tema, la 90cv riprende meglio e prima e non è questione di suggestione, invece sul tjet 120 cv e 155 cv la differenza non si nota in maniera tangibile.


Consumi reali e prestazioni

Abbiamo visto che le prestazioni derivanti dall’uso di un filtro d’aria sportivo migliorano sensibilmente. Ma i consumi davvero scendono come viene detto e come spesso si legge sui peggiori gruppi facebook? No, i consumi non scendono, anzi si evidenzia un effettivo aumento dei consumi reali, dopo l’applicazione di essi. Io li ho testati facendo decine di migliaia di km sia con quello stock che poi con quello a pannello, sempre gli stessi percorsi e lo stesso piede e sia sul multijet che tjet (idem il TDI) i consumi peggiorano di circa 1km/l. Nonostante questo vale la pena di fare questo upgrade per far arrivare più aria al motore e farlo lavorare meglio.

Per concludere vi lascio questo video ben realizzato di Motorquality che chiarirà qualsiasi dubbio rimasto dopo la lettura dell’articolo:


Risposte